progettare

Cartoncini alla mano e progettiamo insieme materiali didattici personalizzati!

in Attività in classe by

Il terzo incontro dedicato alla progettazione di materiali didattici personalizzati è dedicato ai libri a soffietto per visualizzare l’andamento di una storia usando tre dimensioni.

In questo terzo incontro, dedicato alla costruzione di materiali didattici personalizzati: i libri a soffietto, mi sono concentrata su un aspetto particolare dei libri in generale e cioè il rapporto fra parola e immagine.

Questa sinergia esplosiva è utilizzata, con effetti meravigliosi negli albi illustrati che aiutano noi insegnanti nella didattica, grazie proprio al lavoro di squadra di questi due linguaggi (figurato e scritto) che insieme rendono questo genere davvero molto inclusivo!

Il “soffietto tridimensionale”:

Il tipo di soffietto proposto per questo incontro è tridimensionale e oltre ad essere utile per rappresentare graficamente un racconto, è molto bello da vedere.

L’ho chiamato “soffietto a montagna” perché la striscia di cartoncino, che verrà poi piegata in tante pagine, non è tutta della stessa misura ma cresce di altezza partendo dalla prima pagina, che sarà più bassa, fino all’ultima, più alta.

Istruzioni per costruire il “soffietto a montagna”:

Per costruire il soffietto a montagna ci si può far tagliare, dal proprio cartolaio di fiducia, un rettangolo di Bristol di uno stesso colore che servirà come base per le successive illustrazioni e per il testo; questo rettangolo verrà poi tagliato realizzando le prime pagine più basse e via via più alte per creare l’effetto montagna o anche collina!

Ci serviranno inoltre carte e cartoncini colorati per realizzare le illustrazioni.

Infine sarà necessario stampare il testo della poesia che verrà poi ritagliato e incollato lungo il racconto.

Se dovessimo aver bisogno di una lunghezza ulteriore a quella del metro (Max lunghezza ottenibile da un Bristol) potremmo senz’altro incollare due pezzi.

Agli insegnanti del corso ho proposto di lavorare su una breve poesia di mia invenzione intitolata “Rosso”.

Le immagini accompagnano le parole seguendo il protagonista della storia lungo la strada per tornare a casa.

Ed ecco i passaggi per costruire il libro e le immagini:

Sulla striscia di Bristol, incolliamo i cartoncini colorati che ci servono per ambientare la poesia: alcuni azzurri diversi per il mare, il color sabbia per la spiaggia, il marrone per il terreno su cui costruiremo il paese e il bosco ed infine l’azzurro per il cielo!

Aggiungiamo le casette…

Poi gli alberi… Ed infine le parole!

Ecco invece i lavori realizzati dalle mie corsiste nelle loro classi:

Ed alcune variazioni sul tema:

Scarica unità didattica

Argomenti

Go to Top